Dopo il grave fatto di Ravenna oggi a Milano: Segregati in caserma centinaia di vigili del fuoco

Roma -

Evidente banco di prova del Ministro Pisanu e di Cisl-Uil di MILITARIZZARE il Corpo nazionale dei vigili del fuoco

 

CGIL RdB

COMANDO PROVINCIALE VIGILI FUOCO MILANO

 

MILANO: SEGREGATI IN CASERMA CENTINAIA DI VIGILI DEL FUOCO

 

Milano, 25 novembre 2003

 

OGGI 25/11/03 A CAUSA DI UNA DISPOSIZIONE DEL COMANDANTE DI MILANO, ING L. DENARO, D’IMPROVVISO ALLE ORE 8.00, SONO STATI RADDOPPIATI I TURNI DI SERVIZIO, PASSANDO A 24 ORE DI PRESENZA IN CASERMA, LIMITATAMENTE ALLE SEDI DI VIA MESSINA E DEI DISTACCAMENTI CITTADINI, DI VIA DARWIN, VIA B. MARCELLO, P.LE CUOCO E VIA SARDEGNA.

NON ESSENDOCI IN ATTO CALAMITA’, NE EMERGENZE TALI DA GIUSTIFICARE IL PROVVEDIMENTO, IL 1° DIRIGENTE E’ STATO INTERPELLATO DALLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DEL COMANDO, RIGUARDO AI GRAVI MOTIVI CHE AVREBBERO PRODOTTO TALE DISPOSIZIONE.

L’UNICA RISPOSTA FORNITA ALLE OO.SS. E’ STATA QUELLA CHE L’INDICAZIONE E’ GIUNTA AL COMANDO DIRETTAMENTE (E SOLO “VERBALMENTE”) DAL CAPO DIPARTIMENTO PREFETTO M. MORCONE; INVECE, RIGUARDO AI MOTIVI NON E’ STATA ESPLICITATA NESSUNA INFORMAZIONE.

TALE PROCEDURA, AL DI FUORI DI OGNI REGOLA, ANCHE CONTRATTUALE, SEMBRA SIA DA ATTRIBUIRSI ALLE ATTIVITA’ DI PREVENZIONE ANTITERRORISTICA DEL GOVERNO E DEL MINISTERO DELL’INTERNO, CON CONSEGUENTE COINVOLGIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO.

NATURALMENTE LE SQUADRE DI SOCCORSO, TUTTORA LASCIATE ALL’OSCURO DEI MOTIVI PER CUI HANNO DOVUTO RADDOPPIARE I TURNI DI SERVIZIO, POTREBBERO TROVARSI IN SITUAZIONI DI GRAVE PERICOLO RISPETTO ANCHE AL SOCCORSO DA PORTARE AI CITTADINI.

TALI INIZIATIVE SONO UN EVIDENTE BANCO DI PROVA DELLA VOLONTA’ DEL MINISTRO PISANU E DI CISL E UIL DI CATEGORIA, DI MILITARIZZARE IL CORPO NAZIONALE VIGILI DEL FUOCO, PER UTILIZZARLO PER QUALSIASI COMPITO, SENZA ADEGUATA ATTREZZATURA E PREPARAZIONE DEL PERSONALE.

PER INFO: 3356851003 – 3332530031 - 023190363

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni