Si fanno tesi i rapporti con il dirigente ing. Cavriani

Alessandria -

Si riscontra una ripresa dei soliti cronici gravi atteggiamenti che ostacolano le normali relazioni sindacali e che creano attriti e malumore tra il p

Al Dirigente Prov. VV.F. AL

 

Ing. Cavriani M.

 

 

 

 

 

Prot. n° 2/5

 

Oggetto: Relazioni sindacali

 

 

 

La scrivente O.S., in virtù del recente positivo incontro informale avuto a Torino alla presenza del Direttore Regionale, avvenuto a seguito di una serie di divergenze e di incomprensioni, auspicava una corretta ripresa dei confronti e di serene collaborazioni nel rispetto delle parti.

 

A distanza di pochi mesi da tale importante incontro riscontriamo una ripresa dei soliti cronici gravi atteggiamenti che ostacolano le normali relazioni sindacali e che creano attriti e malumore tra il personale. (alleghiamo documentazione per la quale chiediamo chiarimenti - l’allegato è pubblicato nel sito www.rdb115.org-)

 

Apprendiamo inoltre che con O.d.S. N° 065 DEL 26.04.2005, senza consultare le OO.SS. viene arbitrariamente spostato personale SATI da un ufficio all’altro e viene richiamato Vigile discontinuo, pertanto personale operativo, ed inserito a servizio giornaliero, nonostante il parere contrario anche della locale RSU ad impiegare personale operativo a servizio giornaliero presso il locale ufficio prevenzione incendi;

 

Questo ultimo atto, a nostro avviso, sembra essere una palese provocazione nei nostri confronti e dei lavoratori esasperati dalla cronica carenza di organico che mette ulteriormente in risalto, tra l’altro, la Sua contraddizione con la lettera che ha inviato al prefetto lamentando mancanza di personale operativo.

 

Confermando la nostra netta contrarietà a ulteriori modifiche di orario a personale operativo sia esso permanente o discontinuo chiediamo la revoca immediata dell’ods n° 65 e la convocazione delle parti per contrattazione decentrata in merito.

 

Chiediamo, inoltre, coerentemente, l’immediato rientro nei turni 12/24-12/48 del personale operativo idoneo al soccorso tecnico urgente attualmente a servizio differenziato.

 

La continua dislocazione di personale a compiti non operativi, a parere della scrivente, non fa altro che favorire il progetto, messo in atto dal Governo con il DL 252/04 e dalla Dirigenza Nazionale, di continui tagli di organico e di smantellamento del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco con proliferazione di aperture di sedi di distaccamenti Volontari con ricadute negative per il servizio ai cittadini.

 

Riteniamo inoltre che togliere personale operativo per destinarlo per altro a compiti di competenza del supporto amministrativo tecnico informatico, oltre a non favorire l’assunzione di personale SATI, aumenta enormemente i carichi di lavoro dei turnisti con conseguente innalzamento del rischio infortuni.

 

Inoltre, a fronte di incontri e accordi con le ooss e rsu , successivamente stravolti riteniamo che, non ricevendo riscontri positivi per quanto sopra, saremo costretti , nostro malgrado, a valutare la necessità di attivare le procedure previste dalla legge per addivenire allo sciopero Provinciale.

 

Distinti saluti.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni